sabato 20 febbraio 2010

Dopo quel bacio... Le ultime lettere di Jacopo Ortis - Ugo FOSCOLO
























Il Bacio, Auguste RODIN 1888-89




15 MAGGIO

Dopo quel bacio io sono fatto divino.

le mie idee sono più alte e ridenti,

il mio aspetto più gaio,

il mio cuore più compassionevole.

Mi pare che tutto s'abbelisca a' miei sguardi;

il lamentare degli augelli,

e il bisbiglio degli zefiri fra le frondi son oggi più soavi che mai;

le piante si fecondano,

e i fiori si colorano sotto a' miei piedi;

non fuggo più gli uomini,

e tutta la Natura mi sembra mia.

Il mio ingegno è tutto bellezza e armonia.

Se dovessi scolpire o dipingere la Beltà,

io disdegnando ogni modello terreno

lo troverei nella mia immaginazione.

Nessun commento: