mercoledì 10 febbraio 2010

La pena d'amore - Kahlil GIBRAN

La pena d'amore


La pena d'amore canta,

la tristezza della conoscenza parla,

la malinconia del desiderio sussurra,

l'angoscia della povertà piange.

Ma non c'è un dolore più profondo dell'amore,

più elevato della conoscenza,

più forte del desiderio,

più amaro della povertà.

Non ha né voce né timbro;

i suoi occhi brillano come stelle.

- Kahlil GIBRAN -


Nessun commento: