martedì 2 marzo 2010

Il piacere - Gabriele D'ANNUNZIO



Il piacere


Vi amo.
Amo voi sola.

Penso per voi sola.
Vivo per voi sola.

Non sono più nulla; non ricordo più nulla;
non desidero più nulla, oltre il vostro amore.
Nessun filo più mi lega alla vita d'un tempo.

Sono ora fuor del mondo,

interamente perduto nel vostro essere.
Io sono nel vostro sangue e nella vostra anima;

io mi sento in ogni palpito delle vostre arterie;
io non vi tocco eppure mi mescolo con voi
come se vi tenessi di continuo
tra le mie braccia, su la mia bocca, sul mio cuore.

Io vi amo e voi mi amate; e questo dura da secoli,
durerà nei secoli, per sempre.
Accanto a voi, pensando a voi, vivendo di voi,
ho il sentimento dell'infinito,
il sentimento dell'eterno.
Io vi amo e voi mi amate.
Non so altro; non ricordo altro...

Gabriele D'ANNUNZIO



Nessun commento: