lunedì 28 giugno 2010

da Il piccolo principe - Antoine DE SAINT-EXUPERY






- Che cosa significa "addomesticare?" -


- E' una cosa da tempo dimenticata. Significa "creare dei legami"...


- Creare dei legami? -


- Certo - , disse la volpe.


- Tu , fino a ora, per me, non sei che un ragazzino uguale a centomila ragazzini. E non ho bisogno di te. E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi.


Ma se tu mi addomestichi, avremo bisogno l'uno dell'altro. Tu diventerai per me l'unico al mondo, e io sarò per te unica al mondo. -


- Inizio a capire -, disse il piccolo principe.


C'è un fiore... credo che mi abbia addomesticato... - (...) - Và a rivedere le rose. Comprenderai che la tua è unica al mondo. - (...) Il piccolo principe se ne andò a rivedere le rose.


- Voi non siete per niente simili alla mia rosa, voi non siete ancora niente - , disse.


- Nessuno vi ha addomesticato, e voi non avete addomesticato nessuno. (...) Certamente, un qualsiasi passante penserebbe che la mia rosa sia uguale a voi, ma lei, lei sola, è più importante di tutte voi, perchè è lei che ho innaffiata. Perchè è lei che ho messo sotto la campana di vetro. Perchè è lei che ho riparata con il paravento. Perchè su di lei ho ucciso i bruchi (salvo i due o tre per le farfalle).


Perchè è lei che ho ascoltato lamentarsi o vantarsi, o anche qualche volta stare in silenzio.


Perche è la mia rosa - .


E ritornò dalla volpe.


Addio - , disse. - Addio - , disse la volpe. - Ecco il mio semplicissimo segreto:


non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (...)


E' il tempo che tu hai dedicato alla tua rosa che fa fatto la tua rosa così importante. (...)
Tu diventi responsabile per sempre di quello che hai addomesticato.


Tu sei responsabile della tua rosa...-




Antoine DE SAINT EXUPERY



Nessun commento: