sabato 20 novembre 2010

Fra noi due - Edoardo SCARFOGLIO



Amore,
amore mio grande,
amore mio caro,
tu mi scrivi che sei inquieta,
poichè senti che qualche cosa si è frapposta fra noi,
che interrompe il contatto.
Sei matta, Lydia mia?
Fra noi due non vi sono che i nostri due cuori,
riboccanti d'amore,
anelanti di desiderio,
e di un'impazienza smaniosa e dolorosa,
e il supplizio di tutti i fili che ci trattengono nel mutuo slancio.
Sappi,
o cara,
ancora una volta,
e sappilo bene e per sempre,
che al di fuori di te non v'è nulla per me,
e che senza di te la vita è per me una cosa stupida e greve...


Edoardo SCARFOGLIO

Nessun commento: