venerdì 4 febbraio 2011

La morte di Dio... - Etienne GILSON


Il solo fatto che tanti uomini credano ancora utile
fare professione di ateismo
e giustificare la loro incredulità con argomenti quali,
ad esempio, l'esistenza del male,
lascia abbastanza vedere che la questione rimane ancora viva.
Se la morte di Dio significa la sua morte finale
e definitiva nello spirito degli uomini,
la vitalità persistente dell'ateismo costituisce
per l'ateismo stesso la sua più seria difficoltà.
Dio sarà morto negli spiriti
solo quando nessuno penserà più a negare
la sua esistenza.
Nell'attesa che l'ateismo finisca con lui,
la morte di Dio rimane un rumore
che aspetta ancora conferma.
Etienne GILSON
Fotografia:
particolare della volta della chiesa di Santa BARBARA, nei pressi di Marsa Alam, Egitto. Santa, se non erro, protettrice anche dei minatori.
Fu costruita da italiani per essere utilizzata dagli operai Enel connazionali che lavoravano lì.
Fu poi utilizzata da egiziani Cristiani Coopti ed ora dagli Ortodossi.

Nessun commento: