sabato 28 maggio 2011

Ali ai piedi - Sabbia e schiuma, Kahlil GIBRAN







E' solo quando t'inseguono che hai ali ai piedi












Sabbia e schiuma


Aforismi sull'uomo, la natura e Dio


Kahlil GIBRAN





Iris o Iride è una dea dell'Olimpo, messaggero degli dei e personificazione dell'arcobaleno.

A differenza di Ermes, la "veloce" Iris non appartiene al culto ellenico, ma solo al mito. Anche nel mito non ha attributi, caratteristiche particolari o prerogative proprie[non chiaro].

Svolge il suo compito di messaggera grazie a grandi ali d'oro con le quali corre rapida a portare gli ordini di Zeus. È citata nell'Iliade, in cui si legge: Zeus padre dall'Ida... incitò... Iris dall'ali d'oro a portare in fretta un messaggio.[1]

Iris non è un'Oceanina: per padre ha un figlio del dio marino Ponto (il mare), per madre ha un'oceanina, ha le terribili arpie per sorelle, anch'esse alate: E Taumante sposò di Oceano dai gorghi profondi la figlia Elettra. Ed Iris veloce diè questa alla luce, con Occhipete e Procella, le Arpie dalle fulgide chiome, che a pari erano a volo coi soffi del vento e gli uccelli, sopra le veloci penne[2]

È vestita di "iridiscenti" gocce di rugiada ed è proprio per la sua luminosità di colore variabile che la membrana dell'occhio si chiama "iride".


da WIKIPEDIA

Nessun commento: