giovedì 5 maggio 2011

Il divino che è in noi - da Narciso e Boccadoro, Hermann HESSE





In ogni caso Boccadoro gli aveva mostrato



che un uomo destinato all'alto


può scendere molto giù nel groviglio ebbro e sanguinoso della vita


e insozzarsi di molta polvere e di sangue,


senza tuttavia diventare meschino e volgare,


senza uccidere in sè il divino;


gli aveva mostrato che poteva errare per profondi ottenebramenti,


senza che nel sacrario della sua anima


si spegnessero la luce divina e la forza creatrice.



Narciso e Boccadoro, Hermann HESSE

Nessun commento: