sabato 11 giugno 2011

Amico mio, Amore mio - Sabbia e schiuma, Kahlil GIBRAN

Amico mio,

tu ed io rimarremo stranieri alla vita,

e l'uno all'altro, e ciascuno a se stesso,

fino al giorno in cui parlerai e io ascolterò

credendo di ascoltare la mia voce;

e fino a quando mi ergerò

dinanzi a te

pensando di trovarmi dinanzi

ad uno specchio.

Sabbia e schiuma


Kahlil GIBRAN


Nessun commento: