domenica 5 febbraio 2012

Quando noi due c'incontrammo - Rabindranath TAGORE






Quando noi due ci incontrammo


la prima volta, il mio cuore


suonò a distesa cantando:


"Lei ch'è eternamente lontana


è al tuo fianco per sempre".


Ora quella musica tace,


poichè ho finito per credere


che il mio amore sia solo vicino,


ed ho scordato che è anche lontana,


molto lontana.


La musica riempie lo spazio


infinito fra due anime.


Essa è stata smorzata dal velo


delle nostre abitudini.


Nelle timide notti d'estate,


quando la brezza del silenzio


trae un vasto mormorio,


mi alzo a sedere nel mio letto


e la grande perdita lamento


di colei che è al mio fianco.


Mi chiedo: "Quando avrò ancora


l'occasione di sussurarle


parole che abbiano dentro


il ritmo dell'eternità?"


Destati, mio canto, dal languore,


strappa questo schermo del consueto,


e vola dal mio amore laggiù,


nella infinita sorpresa


del nostro primo incontro!



Rabindranath TAGORE

Nessun commento: