giovedì 10 dicembre 2009

L'insostenibile leggerezza dell'essere - Milan Kundera




Per loro la finalità dell'amore non era il piacere bensì il sonno che ne seguiva.

Soprattutto lei non riusciva ad addormentarsi senza di lui. (...) Tra le sue braccia, anche agitatissima, si addormentava sempre. Lui le sussurrava favole che inventava per lei, piccole sciocchezze, parole ripetute monotonamente, rassicuranti o scherzose. (...) Tomas si diceva: fare l'amore con una donna e dormire con una donna sono due passioni non solo diverse ma quasi opposte. L'amore non si riconosce dal desiderio di fare l'amore (desiderio che si applica a un'infinità di donne) ma dal desiderio di dormire insieme (desiderio che si applica a una sola donna).

L'insostenibile leggerezza dell'essere - Milan KUNDERA





Baciare profondamente la persona che ami, guardarla dormire accanto a te, poterla accarezzare senza che si svegli nel sonno...
In questi momenti, penso di poter dare forma, colore, sostanza, peso all'amore che ho per lei.
Iris



sabato 5 settembre 2009

Nessun commento: